Varese, 58enne scomparsa da luglio: un conoscente arrestato per omicidio

Un 65enne di Garbagnate Milanese (Milano) è stato fermato con le accuse di omicidio, a seguito di un’indagine dei carabinieri, perché sospettato di aver ucciso Marilena Rosa Re, 58enne promoter di Castellanza (Varese), scomparsa da casa il 30 luglio scorso. L’uomo sarebbe un conoscente della vittima.

“I carabinieri del Nucleo Investigativo di Varese e della Compagnia di Busto Arsizio hanno eseguito un decreto di fermo per indiziato di delitto nei confronti di un 65enne di Garbagnate Milanese, sospettato di essere l’autore dell’omicidio e dell’occultamento del cadavere di Marilena Rosa Re, 58enne di Castellanza, di mestiere promoter, scomparsa da casa il 30 luglio scorso.

 

Il decreto di fermo è stato emesso dal Pubblico Ministero titolare del procedimento penale pendente presso la Procura della Repubblica di Busto Arsizio, a seguito delle indagini condotte dai Carabinieri, che hanno evidenziato gravi indizi di colpevolezza in ordine all’uccisione della donna ed al relativo occultamento del cadavere da parte del 65enne, suo conoscente.

 

L’uomo, un ex dipendente Esselunga, è stato ascoltato per oltre sei ore nella caserma di Busto Arsizio, sarebbe stato l’ultimo ad avere contatti con la vittima, che aveva conosciuto sul lavoro. La donna infatti si occupava di promozioni nei centri commerciali della Lombardia. Al termine dell’interrogatorio, è stato confermato il fermo per omicidio e occultamento di cadavere.

 

La scomparsa della donna, per oltre un mese, aveva mobilitato numerose promoter lombarde sui social network, nel tentativo di ritrovare la loro collega. La famiglia della vittima aveva chiesto più volte  alle persone iscritte ai gruppi pubblici in rete di non esasperare la vicenda.”

Fonte: “il Messaggero”

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: